tulipani e limoni


Toh, mi è tornata la voglia di mostrare di nuovo su questo mio blog di wordpress un mio quadro a olio….

…questa è l’altra versione del dipinto sui tulipani   di cui ho parlato nel post del 12 novembre 2011:

i tulipani sono gli stessi ma il colore e lo sfondo sono  completamente diversi

(2005, olio su cartoncino telato 40×50)

anche questa è Capri


già di solito l’immagine di Capri viene associata ai suoi famosissimi e bellissimi faraglioni….

io sono passata più di una volta nell’isola e il  ricordo che ne ho riportato è invece quello delle  sue caratteristiche casette bianche,  quelle che stanno più sù, più in alto, nel paesino di ANACAPRI: sono bellissime e si chiamano

                    “le Boffe”

Ecco, qui sotto  la mia versione pittorica…

 

 

(2005, olio su tela 40 x 50)

le spighe di luglio


le mie spighe e….

           …..i miei campi di grano:

 

il mio primo campo di grano….

         il casale che mi ricorda un amico che non c’è più.. 

                   i campi di grano della mia infanzia….

                                      la campagna della mia prof…..

                                                            la mietitura di Berrino..

.

Questa presentazione richiede JavaScript.

 

 

 W   l’ e s t a t e!

I miei soggiorni ad Alassio sono….


(2003, olio su cartoncino telato 30x40)

 
 
stati sempre molto piacevoli ed ho cercato di fissare qualche ricordo:
 
 
 
questa è una versione… fiorita 
 
che sta nel mio soggiorno 
 
 
 
 
 
 
 
 
  
 

(2003, olio su tela 40x50)

 
 
 
 
questo è un  
 
“carrugio”  assolato
(un tratto della via Manin) 
 
che è piaciuto  ad un amico di mio
 
fratello
 
 
 
 
 
 
 
 e questa, invece, è la Cappelletta al Porto
 
una tecnica mista (il tratteggio è a china e le luci sono date con la tempera bianca)  
(2003, tecnica mista su cartonc. Murillo 30×40)
 
di Alassio mi piace anche il Torrione Saraceno ma quello non l’ho ancora dipinto…. 
 
Invece ad Alassio ho conosciuto…. ma ne parlo la prossima volta

com’è delizioso andar…


 sulla carrozzella… (diceva una vecchia canzone)

E’ vero è proprio delizioso:  questo è il ricordo di un giro in carrozza lungo le vie centrali di Vienna durante un viaggio di un po’ di anni fa…

 
(2004, olio su cartoncino 46×63)

e questo è un altro ricordo dello stesso viaggio; un angolo del Piccolo Quartiere (Mala Strana) di Praga: il Mulino del Gran Maestro sull’isola di Kampa visto attraverso una campata del Ponte Carlo

 

(2004, olio su cartoncino 46×63)
Mi colpì, in particolare,  in questo quartiere  il bellissimo e coloratissimo murale dedicato a John Lennon, una cosa stranissima che contrastava con tutto il resto: insomma l’ultimo posto dove ci si potesse aspettare una cosa simile.
Anche altri avranno avuto la stessa impressione…

Amore & Psiche


questa bellissima fotografia  la nostra amica sembra averla messa lì apposta per me! No, so che non è così,  ma ho trovato lo spunto ideale per parlare e… mostrare il “mio” Amore & Psiche.
 
Un elaborato realizzato per le mostre che nel 2004 vennero allestite, una,  nel Comune di Bosisio (città natale di Giuseppe Parini), e l’altra,  proprio nel Cortile dell’Osservatorio di Brera, in occasione del 250° dalla nascita del grande pittore neoclassico milanese  Andrea Appiani e la “rinascita” del Teatro alla Scala (uno dei principali monumenti neoclassici milanesi) dopo i grandi lavori di ristrutturazione.

In occasione di questo evento storico per i milanesi  la Scuola Superiore degli Artefici (fondatata da Maria Teresa d’Austria nel 1776)  insieme alla Scuola Libera del Nudo, la Scuola di Scenografia e la Scuola di Scenotecnica  dell’Accademia delle Belle Arti di Brera  hanno organizzato una mostra di pittura dal titolo  “OMAGGIO AD APPIANI E AL TEATRO ALLA SCALA”.

Andrea Appiani  (Milano 1754-1879) fu il più moderno artista del suo tempo; nel suo stile neoclassico, allora all’avanguardia, ci ha lasciato molte immagini mitologiche e l’elaborato per queste due mostre doveva essere una rivisitazione in chiave attuale e  moderna di alcuni particolari di suoi dipinti  con i quali   aveva decorato la Villa Reale di Monza (altro grande monumento neoclassico milanese).

 Tra questi dipinti vi era, appunto, Amore & Psiche che io ho ripreso – come egli li aveva dipinti – inserendoli, però, in un contesto modernissimo, anzi…spaziale!

(2004, olio su tela 50×70)

 questi sono alcuni momenti della mostra:

qui sotto, un particolare dell’esposizione interna nelle stanze che,  fra 1777 e il 1799, appartennero al Parini (ne ho parlato il 15 marzo) e  sullo sfondo si vedono i gessi sui quali gli allievi si esercitano, tra i quali,  si vede il Cristo di cui ho parlato il  19 aprile.

   

Qui sotto invece altri momenti dell’inaugurazione della mostra, nel cortile dell’Osservatorio, che venne allietata dalle  graditissime note di un Quartetto di allievi del Conservatorio Giuseppe Verdi

quartetto Verdi 1

 

 un bel pomeriggio!

Quartetto e Prof

 

 

qui sotto sullo sfondo sono il Direttore dell’Accademia di Brera Fernando De Filippi con alcuni dei professori

 

 

locandina mostra Brera

     

copertina annuario 2004

questa è la locandina

della mostra e sotto  
 la copertina dell’annuario 2004

 

 

soggetti simili… tecniche diverse


(2002, tecnica mista/gessetti-tempera- su cartonc. Murillo 35x37

 

cesti e zuppiere 

 

 
 cesto di mele: primi esperimenti di uso di gessetti ed effeti di luce con le tempere
 
  
(2006, pastelli ad olio su masonite 40×60)
 
 
 
 
zuppiera con frutta:
per questo, invece, ho usato i  pastelli ad olio:  come si ottiene quell’effetto bianco di luce non lo immaginereste mai!
 
 
  
 
 
per la prima volta… un lavoretto a china, o meglio, una tecnica mista con china e tempera (colore bianco e nero) :   cesto con finocchi e carciofi
  
 (2003, tecnica mista/china-tempera-su cartonc.
 Murillo 30×40)
 
 
è’ inutile dire che queste sono tutte copie dal vero
 
 
 
 
 
 
 
 

Milano com’era: la vecchia cascina sulla Martesana


con questi due disegni ho partecipato, nel 2008, alla collettiva di arti  visive :
 

  “un chilometro, un chilometro circa….” 

 
organizzata –  a conclusione di un anno di corso – presso il  Centro di Formazione S. Erlembardo (interno Parco Finzi) del Comune di Milano.

 

la cascina vista da vicino….

(2008, gessetti su cartoncino bristol nero 19x 45,50)

 
e ….da  lontano (già, 1 km.. 1 km. circa)
 
 
(2008, gessetti su Cartoncino Bristol Nero 19×45,50)
 
il  disegno con i gessetti è una tecnica pittorica che io amo e che mi dà molta soddisfazione. Dovrei applicarmi di più… 
 
Questa non è stata la mia unica mostra, ho partecipato anche ad altre (per la verità non molte) … ne parlerò
 

ho letto sulla…..


maglietta dell’istruttore di ginnastica questa bellissima frase:

“3 cose ci sono rimaste dal paradiso: le stelle,

i fiori, e i bambini”

sapete chi l’ha scritta?                                        DANTE ALIGHIERI

 

 

(2005, olio su masonite 40×50)

 allora…oggi fiori!  

  CALLE,      IRIS… (o giaggioli) e                                                              

                 SERENELLE (o lillà)

lillà
(2006, olio su tela 40×50)

…voglio vederti danzare…


danzatrice
(2005, olio su tela 42×60)

….come le zingare del deserto…

…con candelabri in testa…
…o come le balinesi nei giorni di festa….
……….    ……….
….e gira tutto intorno la stanza
mentre si danza, mentre si danza!
ecc. ecc.
 
diceva una bellissima canzone di Franco Battiato tra gli anni ’80/90.
Grande compositore!

(accidenti! Possiamo dire…. il secolo scorso! Mamma mia!)

Voci precedenti più vecchie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: